Post con il tag ‘ parodia pubblicità Trivago

Mivago. Le parodie funzionano sempre!

 

La portata virale di una parodia video è immensamente grande. Se fatta bene, per gioco o per lavoro, con chiari elementi riconoscibili, infatti, può guadagnarsi i favori degli utenti web nel giro di poche ore e giorni. L’importante è che faccia ridere.

È il caso emblematico di Mivago il video pubblicato lo scorso 16 agosto, parodia dello spot pubblicitario di Trivago nel quale una giovane ragazza organizza un weekend a Venezia.

 

Mivago, che richiama proprio Trivago ma che in dialetto veneziano significa “io vado”, gioca con ironia sui piccoli (o grandi) inconvenienti in cui si può incorrere visitando la città lagunare prendendo in giro lo spot del potente portale turistico. Della serie: quelle piccole o grandi cose che i turisti non vedono o da cui sono attirati (vedi acqua alta e relative passeggiate a piedi nudi) ma che a veneziani e veneti in generale fanno ridere sotto i baffi e in alcuni casi anche imbestialire (vedi acqua alta che allaga i negozi, vedi portarsi gli stivali da metro per andare a lavoro per non dover camminare nelle acque torbide che fuoriescono dai canali e via dicendo).

Doppiata in dialetto veneto, ma comprensibile a tutti, la divertente parodia Mivago gioca, in antitesi rispetto al video originale che descrive una Venezia paradisiaca, sugli aspetti meno romantici di questo grande gioiello patrimonio dell’umanità (diciamocelo… comunque città belle come Venezia non ce ne sono al mondo). In poche ore il video ha raggiunto migliaia di bacheche e diari raccogliendo condivisioni, cinguettii, arrivando a 150mila visualizzazioni su youtube ed attirando la curiosità dei media locali che ne hanno parlato dalle proprie pagine.

L’autore, Raffaele Femio, giura di averlo fatto per divertimento e non per polemica. Un piccolo divertissement che ha “bucato lo schermo” e dimostrato come l’unione degli elementi giusti (soggetto, trama, creatività ed ironia) consenta di raggiungere il grande pubblico. Una grande forza comunicativa quella sprigionata da “Te vien? Mivago” che ricorda a pubblicitari, comunicativi e markettari in genere che per avere grandi risultati servono si tecnica e conoscenza ma soprattutto servono creatività, ed una buona dose di autoironia.

RSS FEED Facebook Twitter Pinterest Flickr